Un unico lieve respiro

Regia: i Tecknicolor

Testo: Associazione “LA FUCINA” – Centro delle Biografie – di Fontanafredda (PN)

“Le persone in stato vegetativo e di minima coscienza sono vive, e in quanto tali, hanno il diritto alla più alta qualità di vita a cui possono aspirare nella loro condizione.”

Spettacolo dal forte impatto emotivo, che vuole, partendo da esperienze personali vissute nelle comunità pordenonesi: il caso Eluana Englaro, quello della fontanafreddese Luisa Zambon e quello di Alessandro Pivetta di Pordenone; dare risalto e dignità a queste persone, ma anche a quelle che con fatica ed impegno le accudiscono.
La messa in scena è ricca di sperimentazioni: dal teatrodanza a giochi di luci e a proiezioni di immagini che fanno da sfondo a più semplici dialoghi realmente tratti dalla vita di queste persone.